apr 24

La crisi, il patto di stabilità … i comuni non hanno soldi

autore Ste.
Categorie: E io pago ....

Quello delle pubbliche amministrazioni strozzate dalla crisi, dal calo dei flussi di denaro provenienti da Roma e ingessati dal patto di stabilità è diventato un vero e proprio tormentone.

Poi, però, ti trovi il comune di Lonato del Garda che realizzando una pista ciclabile (ottimo) dedica risorse (certamente non poche) al rivestimento in pietra (bello ma inutile) della parete di confine e contenimento del terrapieno …

Mmmm, qualcuno mi spiega???

20130424-212940.jpg



Commenti disabilitati su La crisi, il patto di stabilità … i comuni non hanno soldi

apr 04

La sanità della repubblica delle banane

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., il resto del mondo.

Togliamo nuovamente un po’ di polvere dal blog con un racconto tutto italiano!

La sanità Italiana è schizzofrenica. Da un lato abbiamo eccellenze notevolissime, medici veramente splendidi, ricercatori fenomenali strutture d’avanguardia e, soprattutto, assistenza per tutti, dall’altro la gestione è degna della repubblica delle banane!

Oggi ho prenotato una (anzi due) risonanza magnetica: bacino e lombosacrale. Beh, è stata una comica unica!

Primo tentativo: Poliambulanza di Brescia (un ottimo ospedale, del quale mi fido sempre): “l’agenda fino a giugno è piena, e non abbiamo ancora quella di luglio … chiami tra qualche giorno”. Lascio perdere, ben sapendo che tra qualche giorno quella di luglio sarà già piena. Assurdo che ancora abbiano agende trimestrali … mah … proprio non capisco.

Secondo tentativo: numero verde della regione Lombardia: “a Gavardo ne posso prenotare una, l’altra deve prenotarla lei perché il sistema non mi consente di selezionare quel tipo di esame, così anche a Chiari”. Ok, ma un po’ più vicino, tipo Desenzano? “no, a Desenzano non posso prenotare niente, deve chiamare lei … ma posso a Manerbio …” Manerbio sì e Desenzano no????? Ma se è la stessa azienda ospedaliera com’è possibile?

Terzo tentativo: Civile di Brescia: “Allora, le deve fare in due date diverse, perché una la fa la prima radiologia, l’altra la seconda” GULP !!! Non voglio fare cranio e piedi, ma due zone adiacenti … “La prima possiamo prenotarla per il 29 luglio” MMMMMM, quanto tempo !!! “La seconda per l’11 NOVEMBRE !!!!” Beh, almeno hanno l’agenda aperta 😉

Cambiamo regione va là … Clinica Pedersoli a Peschiera: “Entrambe le risonanze il 4 maggio, SABATO”.

Beh … qualcosa non va … costerebbe troppo un sistema centrale, online o telefonico, che in base alla distanza che si è disposti a coprire, indipendentemente dalla regione, ci fornisca disponibilità e date utili?

P.s.: i tempi medi dichiarati dalla poliambulanza, evidentemente, sono MEDI … (51 giorni), mentre quelli del civile sono palesemente FALSI !!! 12 e 14 giorni! Sarebbe bello poterli denunciare !!!



mag 01

L’ingresso della nostra Desenzano

autore Ste.
Categorie: Desenzano, E io pago ....

Meriterebbe un po’ più di cura e manutenzione …

20120501-115051.jpg



ago 31

Autovelox FINTI

autore Ste.
Categorie: E io pago ....

Apparsi a decine nella nostra zona in verità sono diffusi un po’ ovunque.
Questi aggeggi sono FINTI! Solo in POCHISSIMI viene installato, per brevi periodi, un autovelox vero, ma in quei casi dev’esserci un cartello prima e la volante subito dopo !!!
A quanto pare in alcune zone la magistratura li ha pure dichiarati illegali (e pericolosi !!!) (vedi qui)

E NOI PAGHIAMO !!!

Ps: se i led sopra di sera sono accesi … NON SIGNIFICA NULLA! Son ricaricati da piccole celle solari sul tetto 😉

20110831-103148.jpg



Commenti disabilitati su Autovelox FINTI

apr 15

ENEL ASSURDA!

autore Ste.
Categorie: E io pago ....

L’ENEL è veramente assurda.
Giovedì, tarda mattinata: ricevo una chiamata sul cellulare, un’operatrice vuole parlare con Cristiano (il mio socio, che in DiRete2 è legale rappresentante). Rispondo che se si tratta dell’impianto fotovoltaico dell’ufficio può parlare con me. Beh … questa attacca con un pippone sul fatto che potremmo ricevere le fatture via email, che non costa nulla, che è comodo, che è ecologico e via dicendo. Le dico che ne sono a conoscenza, che per DiRete facciamo già così e che attiverò l’opzione a breve sul sito. Mi chiede l’autorizzazione a mandarmi un’email (nn me l’ha chiesta x telefonarmi …) e acconsento. Mi dice quindi che per dimostrare che ha parlato con me deve leggermi una dichiarazione che registrerà e che dovrò confermare (sempre registrato). Mi innervosisco, x’ online è un flag che metto in un secondo, abbiamo già deciso di farlo e a breve lo faremo … e cade la linea.
Poco più tardi, mentre sono dal mio osteopata di fiducia (a proposito, se cercate, ve lo consiglio: scrivetemi e vi passo i dati), il telefono comincia a suonare. Beh, da allora mi han chiamato 14 volte!!! E io? Ovviamente nn rispondo più … ho già perso abbastanza tempo e … pure loro! Se invece di stressar la gente così dedicassero il tempo ad allacciare l’impianto fotovoltaico pronto (e spento) da 3 mesi … forse sarei più contento :-/



Commenti disabilitati su ENEL ASSURDA!

giu 26

Iberotel Apulia … camera non fatta !!!

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., Vacanze.

Piccolo aggiornamento sul post di oggi pomeriggio … alla fine la camera non è stata fatta! Scandaloso per un hotel 4 stelle !!!

Disorganizzazione allo stato puro!

Pessimi !!!



giu 05

Innovazione alle poste

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., Tecnologia.

Questo paese fa sorridere (x nn dire che fa pena!!!)

All’ufficio postale di Rivoltella arriva l’innovazione dei bigliettini col numero x “agevolare” la gestione delle file.

Problema: come sempre ci si preoccupa della tecnologia e non dell’usabilità!

Voglio la pensione, cosa clicco? Ah, già, c’è il biglietto posticcio scritto a mano e appiccicato con il nastro adesivo.

Voglio il pin della CRS, cosa clicco? Booooo!

Ragazzi, cambiamo questo paese di cioccolatai !!!

:(



gen 07

Brunetta, basta chiacchiere e spot!

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., Politica.

Avete visto le pubblicità di questi mesi sulle tv nazionali con le quali il mini ministro Brunetta ci comunica che il rapporto con la PA è semplificato anche e soprattutto grazie alle nuove tecnologie?
Beh, oggi sono all’ASL per la scelta del pediatra (l’operazione, complicatissima, consiste nel dare il codice fiscale, ottenuto con lunga attesa all’agenzia delle entrate e non online, e nel comunicare il nome del pediatra scelto, che non avrà posto … ma ci sarà dato cmq x’ abbiamo già un altro figlio) … bene, alla faccia della semplificazione ho giusto qcuno davanti …

Sotto questo profilo viviamo in un paese di merd … (scusate il francesismo)



gen 04

Lettera di reclamo a Villeroy & Boch

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., il resto del mondo.

L’ho scritta di getto, perché è tardi … ma la voglio condividere con tutti, perché l’azienda Villeroy & Boch, tra le più care e rinomate del settore porcellane e accessori per la casa, mi ha proprio deluso (già ne parlavo nel 2008):

Buonasera, vi scrivo da Desenzano del Garda per raccontarvi brevemente la mia delusione per i vostri prodotti: quando nel 2004 mi sono sposato ho convinto la mia attuale moglie a mettere nella lista nozze molte cose a marchio Villeroy & Boch:
3 servizi di bicchieri, 2 di piatti, tazze da the e tazzine da caffè, tazze da colazione, posate.
Devo dire che, a distanza di pochi anni dall’inizio dell’utilizzo, le posate sono da buttare, col metallo che fa da coperchietto intorno al manico blu completamente arruginito e con le plastiche che si rompono a vista d’occhio (qui trovate una foto dell’anno scorso -> http://www.icostantini.it/2008/10/06/villeroy-boch-che-delusione/).
Le tazze della serie new wave all’interno presentano numerose righe nere circolari sul fondo, ed i piatti arancio della serie easy hanno l’arancio che in numerosi punti lascia ormai intravedere il bianco.
I vostri prodotti sono carissimi, ma mi aspettavo che fossero anche di alta qualità.
Vi prego di considerare che abbiamo la lavastoviglie solo dal mese di aprile 2005 (prima eravamo in una casa temporanea che ne era priva) e la utilizziamo regolarmente solo da aprile 2006 (prima non avevamo figli e in 2 era pressoché impossibile riempirla). In meno di 2 anni di lavastoviglie (la foto della posata che vi ho postato qui sopra è del giugno 2006, ma i problemi erano già iniziati da un po’), sempre col ciclo bicchieri (max 45°, i piatti si lavano comunque) i vostri prodotti sono in parte da buttare (le posate completamente rovinate) in parte da non presentare agli ospiti (tazze e piatti …)
Un vostro ex estimatore, oggi assai deluso.

Cordialmente

Stefano Costantini, Desenzano del Garda.

Vediamo se rispondono, il customer care non dovrebbe essere un optional per un’azienda di questo genere.



Commenti disabilitati su Lettera di reclamo a Villeroy & Boch

dic 31

PEC: a che serve?

autore Ste.
Categorie: Desenzano, E io pago ....

2 mail PEC mandate al comune di Desenzano a distanza di qche giorno l’una dall’altra non hanno avuto alcuna risposta dopo parecchi giorni. Mi chiedo a che serva l’ennesimo strumento nelle mani di gente che per cultura se ne frega della comunicazione con il proprio datore di lavoro (il cittadino). Sono veramente arrabbiato e mi sento preso in giro. Al rientro dalle ferie vedrò che dice il manuale della qualità dell’ente (il comune è certificato!!!).
Bah … insisto ancora: l’innovazione nn è strumento o mezzo, ma processo e TESTA!



dic 31

1910: ci siamo quasi!

Domani è l’ultimo giorno del 1909, il 1910 è ormai alle porte ed è tempo di bilanci. Vorrei parlare brevemente della pubblica amministrazione Italiana, scossa e rinnovata dal mini-ministro Brunetta, che ora ci fa pure gli spot per la PEC!
Il piccoletto è un genio, nel far parlare di sè, non c’è che dire, ma forse non si è accorto che il nostro secolo non è il ventunesimo e non siamo alle porte del 2010, ma, come scrivevo, del 1910 e, così, per avere il pediatra x tua figlia devi andare all’ASL, ma non prima di esser passato all’agenzia delle entrate per il codice fiscale (la prima cosa, manco a dirlo, è questa), ove puoi fare un bel salto indietro nel tempo!
E così ti rechi a Lonato, entri in una grande stanza con almeno 10 persone che attendono e circa 5 scrivanie per operatori perennemente assenti (2 sole sono infatti operative).
I numeretti da strappare come al banco salumi del supermercato son subito all’ingresso. Prendi diligentemente il tuo (B11) e cerchi il numeratore luminoso che annuncia il prossimo chiamato, ma non lo trovi.
Aspetti allora che qualcuno si alzi per sentire che numero chiamano ma presto scopri che regna una totale anarchia: ci si alza a caso. Il tutto peggiorato dal fatto che la disposizione e la funzione originali dei singoli sportelli, ben descritte in un grosso pannello illustrativo posto all’ingresso, sono oggi totalmente stravolte e su ciascun cartellino delle postazioni campeggia un foglio bianco atto a “cancellare” la scritta originale.
Di fatto, quindi, cerchi di capire dove andare chiedendo ai tuoi compagni di sventura e provi a memorizzare i volti per comprendere chi è arrivato prima di te e chi dopo.
Nel frattempo suona un cellulare ed una delle due operatrici (quella coi capelli lunghi), sguaiatamente strilla “vogliamo spegnere i cellulari?”.
Passano pochi minuti e la stessa operatrice fredda un utente che cercava di sedersi al posto libero davanti allo sportello con un elegante: “non mi sembra di averle detto che poteva accomodarsi”, confermando così che no, lei al corso di gentilezza ed educazione proposto dal ministro Brunetta non ci è ancora andata.
Ecco, finalmente è il tuo turno. Sono passati solo 25 minuti (più 5 di strada) ed in fondo ne è valsa la pena: dovevi consegnare un foglio preziosissimo (la chiamano autocertificazione x’ fa fighi …) per avere in cambio una sequenza di 16 caratteri generata con regole “matematiche” semplici e chiare (il codice fiscale).
È allora che raggiungi la piena soddisfazione intellettuale: quando realizzi che un giorno, diciamo forse tra un secolo, potrai fare quelle stesse operazioni da casa, con la CNS, la PEC, la firma digitale, e chissà quali altre diavolerie si inventeranno ora del 2010.

Ma non ti preoccupare, non c’è fretta e non le vedrai, tu, in fondo, vivi ancora nel 1910!



dic 22

E se fossimo in Norvegia?

autore Ste.
Categorie: Desenzano, E io pago ....

Ore 11.00, via Pratomaggiore (non quindi una viuzza nel mezzo delle colline o in campagna …) pioviggina da oltre 3 ore e questo è lo stato della strada. I miei più vivi complimenti all’organizzazione sempre perfetta del comune di Desenzano.
Se fossimo in Norvegia che succederebbe?



dic 15

Ecco perché non guardo più Report (rai3)

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., il resto del mondo.

Report mi piaceva, veramente, al punto che cercavo di non perderlo e se capitava ne guardavo qualche spezzone sul web.
Poi è arrivata la puntata sulle cooperative … e mi si è acceso un campanellino d’allarme, specie dopo la reazione (giustamente) sdegnata di confcooperative nazionale.
Oggi una nuova, forte, dimostrazione di come la trasmissione sia tendenzialmente scorretta, non favorendo quasi mai un vero contraddittorio e, in alcuni casi, schierandosi apertamente contro il governo giusto per “partito preso”.
Il nuovo caso che mi ha fatto definitivamente abbandonare la visione del programma è quello del nucleare. E’ ormai noto da tempo che il governo Berlusconi vuole tornare al nucleare. Ne ho già scritto, dicendo fondamentalmente che una centrale vicino a casa nn mi piacerebbe poi tanto. Report ne ha parlato, in modo apparentemente compiuto, serio e documentato, intervistando alcuni personaggi apparentemente illustri che, tra le altre cose, dichiaravano più o meno questo: “i paesi, come la Francia, che hanno le centrali nucleari non le stanno rimpiazzando con altre mano a mano che chiudono per obsolescenza, perché nessuno investe più sul nucleare”.
Oggi l’agenzia di stampa reuters smentisce clamorosamente questa notizia intitolando: Nucleare, Francia cerca capitali stranieri per crescita.
Direi che ogni ulteriore commento sarebbe superfluo. A questo punto RAI3 mi serve solo, saltuariamente visto l’orario in cui vanno in onda, per 2 trasmissioni: Leonardo (voto 7+) e Neapolis (voto 6-).
Vi ricordo solo chi paga queste trasmissioni … :(



Commenti disabilitati su Ecco perché non guardo più Report (rai3)

ago 09

Via i casellanti! Telepass gratis per tutti!

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., il resto del mondo.

Ieri sera avevamo dimenticato il telepass sulla Saab e, per l’ennesima volta, abbiamo trovato un casellante particolarmente simpatico al casello dell’autostrada di Brescia: non saluta … parla con un suo collega, non risponde al mio “arrivederci”. Nicolò dice: ma perché non sei andato da quella simpatica che dice sempre ciao? Per la cronaca, “quella simpatica” è la cassa AUTOMATICA, che certamente non ha un quoziente intellettivo altissimo, ma almeno ogni volta saluta con un “arrivederci” piuttosto cortese.

A questo punto mi dico: Fanno un’attività in tutto e per tutto sostituibile con due tipi di macchine: la cassa automatica e il telepass. Il secondo, in particolare, riduce drasticametne le code e le attese … Possibile che nn si possano reimpiegare in altre funzioni? Quelli cafoni li licenzierei del tutto, ma sicuramente x come è fatto il nostro sistema non è possibile. Gli altri potrebbero trovar posto in qche ufficio, no? Tra l’altro, da quanto mi dice Gianni (che ha un fratello casellante), non guadagnano affatto male.

Cercheremo di dimenticare il telepass meno spesso … questo è certo 😉



ago 07

Autoblu

autore Ste.
Categorie: E io pago ....

Legger di queste notizie fa proprio inkazzare e venir voglia di cambiare il mondo che lasceremo ai nostri figli.

Siamo 1/10 degli americani ma abbiamo quasi 10 volte più autoblu …

Leggete qui i dettagli



Commenti disabilitati su Autoblu

mag 25

100 parlamentari, non 1000 verginelle !!!

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., Politica.

Berlusconi x una volta dice (certo, a modo suo), quello che TUTTI pensano: basterebbero 100 parlamentari.
E gli altri, anziché dir x una volta tutti insieme che ha ragione che fanno? Si indignano … loro … improvvisamente verginelle …



Commenti disabilitati su 100 parlamentari, non 1000 verginelle !!!

mag 13

Petrolio e benzina

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., il resto del mondo.

Petrolio a 100$ > Benzina a 1.3
Petrolio a 60$ > Benzina a 1.2

Boh, eppure in matematica ero fortino …



Commenti disabilitati su Petrolio e benzina

ott 06

Villeroy & Boch … Che delusione!!!

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., il resto del mondo.

Io e Silvy siamo sposati da quasi 4 anni e mezzo. Possono delle posate di marca e costose come quelle di Villeroy & Boch durare così poco? Questo è ormai il secondo coltello che si rompe così! Certo, li laviamo in lavastoviglie, ma chi non lo fa? Eppoi, come vedete, stavo tagliando una fetta di provolina Auricchio, non certo la crosta di una forma di grana!!!

Che delusione!



set 29

Un furto legalizzato !!!

autore Ste.
Categorie: E io pago ....

Ma lo è davvero? O è una truffa bella e buona?

Mi riferisco al nuovo modo di pagamento del bollo auto: modulo online sul sito della Regione Lombardia, pagamento via carta di credito … mi dico: bene, proseguiamo, io non mi muovo da casa, nessun operatore della regione deve lavorare, tutto è automatico …

Sorpresa-furto: guardate la spesa aggiuntiva per aver scelto di pagare con carta di credito !!!

Il paradosso è che se paghi in tabaccheria introduci un intermediario … che sicuramente dovrà prendere qcosina … eppure … paghi meno.

Mah, sono basito! Il progresso … pagato a peso d’oro !!!



set 20

Arrivata!

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., il resto del mondo.

Non la Tiguan, x la quale dovremo attendere ancora parecchio (circa 6 mesi, temo), ma la Golf Plus che ci è stata assegnata come auto sostitutiva. 200 euro al mese x l’assicurazione non è pochissimo, ma c’è anche la kasko e siamo più tranquilli. Emergenza rientrata, quindi! Finalmente, oserei dire: attendiamo l’auto nuova già da 9 mesi e cominciavamo a stancarci …



Commenti disabilitati su Arrivata!

set 19

Abbiamo vinto noi !!!

autore Ste.
Categorie: E io pago ....

“abbiamo vinto noi”

“era un gruppo di imprenditori che giocavano, non c’era nessuna proposta”

“siamo sereni”

Questo dicono i dipendenti Alitalia dopo il ritiro dell’offerta da parte della cordata di imprenditori costituenti la “CAI”.

Sono basito, totalmente senza parole! Una sola dichiarazione di un sindacalista mi è sembrata sensata: “prima dovevamo discutere delle condizioni di lavoro … ora ci troviamo a dover capire se un lavoro c’è o no!”
Due dati, citati qche tempo fa dal TG5 e non aggiornatissimi (ma son convinto che oggi sia più o meno così):

Alitalia nel 2003 ha fatto volare circa 22 milioni di passeggeri. Ha circa 22.500 dipendenti.

Ryanair nel 2003 ha fatto volare circa 20,5 milioni di passeggeri. Ha circa 1.800 dipendenti.

Vogliamo capire che qcosa non va??? Vogliamo capire che l’unica via percorribile è il fallimento, la liquidazione e l’apertura di una nuova azienda a condizioni totalmente NUOVE? E io pagoooooooo



Commenti disabilitati su Abbiamo vinto noi !!!

ago 25

Maledetta ENEL !!!

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., il resto del mondo.

A Rivoltella manca la corrente da 20 minuti circa …

E’ la seconda volta in una settimana ed esattamente come per la volta precedente l’alimentazione ogni tanto torna, per meno di un secondo. Inutile dire che di questo passo ci giocheremo TV, Impianto di condizionamento, frigorifero e ogni altro elettrodomestico non coperto dal comunque generoso gruppo di continuità che tiene viva la parte di fonia e dati … E chi paga? Fortunatamente sono a casa ed ho staccato lo staccabile, ma mi girano altissssimamente. Anche in ufficio tutto è fermo e l’ups ha ancora mezzoretta di vita …



ago 21

Le fontane sul lungolago a Desenzano

autore Ste.
Categorie: Desenzano, E io pago ....

Metterci un po’ di cloro no? La foto non rende x’ è sera. Garantisco xò che l’acqua è veramente pessima. Stasera c’era un ritrovo di zanzare tigre.



Commenti disabilitati su Le fontane sul lungolago a Desenzano

ago 20

Il prezzo del petrolio aumenterà dopo le olimpiadi!

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., il resto del mondo.

Vogliamo fare una scommessa?

Il prezzo del petrolio è precipitato durante le olimpiadi.
Visti i commenti di Andrea, che in cina ci va spesso, credo che ci sia un legame diretto tra la manifestazione sportiva e il prezzo dell’oro nero.

Se la teoria sarà confermata, tempo un paio di settimane (diciamo al massimo 4) il prezzo del petrolio tornerà a salire.

Speriam di sbagliarci … ovviamente 😉



Commenti disabilitati su Il prezzo del petrolio aumenterà dopo le olimpiadi!

lug 29

Volete risparmiare sulla telefonia mobile?

autore Ste.
Categorie: E io pago ....

Avete una scheda ricaricabile (di qualunque operatore …) e volete risparmiare sulle tariffe? C’è un metodo infallibile che ho già fatto provare a numerosi amici e che oggi ho trovato testimoniato anche su uno dei blog che leggo.

Banalmente, andate in un negozio di uno degli operatori concorrenti del vostro (x es. se avete Vodafone andate da Tim o Wind e via dicendo …) e chiedete di passare a loro PORTANDO il vostro numero di telefono (è essenziale). L’operazione si fa in pochi minuti e … come per magia … entro pochi giorni il vostro operatore originale vi chiamerà proponendo un taglio delle tariffe pur di non perdervi !!! Le offerte sono, spesso, davvero sorprendenti e funzionano con tutti gli operatori (a onor del vero ci manca il test con 3 … ma x gli altri ho numerosi amici che l’han fatto …)

Gli operatori vi han sempre fregato, quindi? Bene, è ora di rispondere al fuoco !!! 😉



mar 16

Banda larga in Paganella

Da oltre un anno si è chiusa la gara per la realizzazione dell'infrastruttura per la banda larga in Trentino. La provincia di TN ha messo sul piatto 8 milioni di euro, ben più del milione e rotti con cui Brescia ha fatto la propria rete, ma il maggior costo è certamente comprensibile: da un lato il territorio è molto molto diverso, decisamente complicato, con valli e monti a profusione, dall'altro i trentini han deciso di fare una grossa infrastruttura in fibra ottica ed un'enorme copertura wireless.

In questi anni di escursioni sulle alpi avevo ormai imparato a non arrabbiarmi più per le diversità che si trovano a soli 100 km da casa nostra e a non prendermela vedendo i tanti privilegi di cui godono i trentini (non parliamo, poi, degli altoatesini). Sono arrivato a dirmi che in fondo è giusto così: là sanno amministrare, qui sanno sprecare. La banda larga è però una nuova occasione di arrabbiatura e, questa volta, la definirei "paritetica".

Sono arrabbiato, molto arrabbiato, con la provincia di Brescia. Hanno letteralmente BUTTATO i soldi in un'infrastruttura che NON FUNZIONA, affidandola integralmente ad un unico provider (Linkem) del quale sui tanti forum di discussione online (quello dell'associazione Anti Digital Divide è un esempio) si dicono ormai peste e corna. Gli amministratori bresciani han fatto l'errore che fece a suo tempo lo stato centrale quando lasciò la proprietà dell'infrastruttura di rete Telecom nelle mani di una SPA (Telecom Italia) non rendendosi conto che le telecomunicazioni sarebbero diventate di lì a poco un servizio strategico ed universale, per il cui sviluppo solo un ente senza logiche di bilancio e con finalità pubbliche (lo stato, appunto) avrebbe potuto garantire i giusti finanziamenti (e lo dice un liberale come me !!!). La rete di Brescia, infatti, non è della provincia … ma lo sarà, se non erro, dal 2012, quando il gestore unico la cederà all'ente pubblico e quando, aggiungo io, potrebbe esserci il problema del come smaltire apparati ormai obsoleti.

A Trento han capito tutto, come sempre, ed hanno consentito a più operatori di utilizzare la rete creando i presupposti per un servizio universale più accessibile e funzionale.

Fin qui tutto bene, ma, come ho premesso, stavolta sono arrabbiato anche con Trento. Perché, direte voi? Semplice!

I miei suoceri hanno da anni una bella casetta a Fai della Paganella e appena possiamo ci trasferiamo là per le vacanze natalizie, per quelle pasquali e per alcuni week end di puro relax. Poter disporre di una connessione decente lassù mi consentirebbe di restarci per periodi più lunghi e non per i classici toccata e fuga del fine settimana, ma la banda larga è sempre stata una chimera. Neppure gli operatori UMTS si son degnati di dare all'altipiano un minimo di attenzione e così, le volte in cui mi son collegato, ho dovuto navigare con un obsoleto e piuttosto sconfortante modem gprs … A luglio del 2007, però, ho visto per la prima volta le antenne sul tetto del municipio ed ho quindi sperato in una pronta attivazione. Son passati mesi e pare che, finalmente, oggi il servizio sia disponibile. Ecco quindi l'amara sorpresa: i costi sembran fatti da uno strozzino che conta sul fatto che non c'è alternativa!

La fonte dell'informazione (che verificherò accuratamente nei prossimi giorni e che quindi SPERO non sia precisissima) è un utente del forum di ADD che dichiara di aver telefonato a due operatori (qui il messaggio). Non valuto neppure l'offerta wi-fi sui 2,4 GHz (15 euro al mese x 640 Kbps che, certamente, non saranno mai tali … vista la tecnologia scelta) e punto subito quindi all'offerta hiperlan (realizzata con materiale misto Alvarion e Wifless) ed ecco la prima amara sorpresa: 50 euro al mese per 1 Mega con 512 Kb garantiti è un furto vero e proprio (con Eolo noi chiediamo 26,60 euro per 2 Mega con 128 kb garantiti). Scorro l'offerta e … GULP … la seconda sorpresa: 517 euro di attivazione !!!

Ora, considerando che un'antenna da 3 Mbps Alvarion costa ad un ISP che ne compri una grande quantità circa la metà … e che dal sito di trentino network si evince che l'installazione è a parte mi chiedo cosa sia compreso in quei 500 e rotti Euro. Direi che la prossima settimana mi informo e poi aggiorno questo post.

Spero proprio di non aver capito qualcosa 😉 



feb 10

89.24.24: un servizio inutile e costoso!

autore Ste.
Categorie: E io pago ....

Ore 12.30, siamo con Lorenza e Gianni, i nostri amici di Cles e decidiamo di andare a mangiare al Bivio a S. Eufemia, ma vogliamo accertarci che sia aperto. Il palmare, con tutti i numeri dei nostri ristoranti preferiti, è a casa. Chiamo quindi l'89.24.24. Vengo avvisato del costo esorbitante: 3 centesimi al SECONDO !!! + 15 centesimi alla risposta. Mi carico, quindi, e parlo velocissimo dando gli elementi sufficienti: Trattoria Bivio S. Eufemia.

La signorina è rapida … ma trova … un ristorante ad Odolo. Nulla di più. Ci riprova ma senza successo. Decidiamo quindi di riattaccare e tornare a casa a prendere il palmare.

3 euro e 40 centesimi … per un risultato pari a ZERO !!! Bella fregatura! E pensare che sarebbe bastato cercare su google … per trovare questo blog con tutti i dati del mitico Bivio! :( 



Commenti disabilitati su 89.24.24: un servizio inutile e costoso!

nov 05

Sprechi, sprechi e ancora sprechi nella P.A.

autore Ste.
Categorie: E io pago ....

Giusto oggi leggevo sul blog di Stefano Quintarelli che secondo Fastweb il 40% delle linee telefoniche per le quali le pubbliche amministrazioni italiane pagano costantemente il canone a Telecom Italia … non esiste più!

Capita a faggiuolo come aggiunta a questo post! Sabato mattina siamo stati ad un laboratorio analisi dell'ospedale civile di Brescia x alcuni esami per Nico. Passo dall'accettazione, consegno ricetta e tessera sanitaria, l'operatrice legge i dati dal chip integrato nella nuova carta regionale dei servizi (siamo nel XXI secolo!) mi chiede solo il numero di telefono e mi stampa le etichette necessarie per le provette che raccoglieranno gli operatori del terzo piano. Prima di salire per il prelievo, però, devo passare da tale dottor Nobile.

No problema, entriamo nella sua stanza, consegnamo il modulo stampato dalla reception con le relative etichette e qui la sorpresa:

"il bambino come si chiama"? (ma come … penso io … c'è scritto sul foglio e sulle etichette …)
"quando è nato?" … (ancora???)
"dove?" … (mah …)
"mi da il codice fiscale?" …

Ok, la cosa è buffa va bene, ma sapete qual è il peggio? Che il bravo e diligente dottore prende nota di tutto ciò … A PENNA … su un bel librone di buona cara vecchia e volgarissima cellulosa !!! 

Arrivati al terzo piano chiedo lumi … per soddisfare la mia curiosità relativa al ruolo di questo personaggio. L'infermiera mi dice che è la prassi x' è necessario passare da un medico (inteso come dottore … DR … dott …) che deve firmare …

Ok, posso provare a sforzarmi di capire il suo ruolo di responsabile, ma nulla mi spiega x' nn lo mettano in reception direttamente o … (forse meno violentemente) nn gli diano un cavolo di pc sul quale, a video, possa leggere tutte le informazioni e poi firmare (magari digitalmente) qualcosa …

Sprechi all'Ialiana !!! 



Commenti disabilitati su Sprechi, sprechi e ancora sprechi nella P.A.

set 04

Se la posta distrugge un documento …

autore Ste.
Categorie: E io pago ..., il resto del mondo.

Ci arriva da Poste Italiane una busta con un timbro che fa subito comprendere la natura della missiva: "Brescia Ferrovia C.M.P. Lettere lacerate dall'impianto di meccanizzazione 25126 Brescia".

All'interno quel che rimane di una fattura (che peraltro avevo già ricevuto dal fornitore via email, quindi nulla di grave) ed una "lettera di scuse" mandata da tal Luigi La Speme, ovvero il "Chief Operating Office" … (che bisogno c'era di scrivere il titolo/ruolo in inglese???)

Lettera fotocopiata, molto molto volgarmente, con i campi destinatario e oggetto nemmeno compilati. Qualcuno dirà … meglio di niente. Io risponerei invece on un bel ma vaff … caro Chief … Capisco che possa succedere visti i processi meccanici di gestione della posta, ma una lettera di scuse un po' più "umana" non mi avrebbe fatto schifo. Anche in questo caso aggiungo un bel … We care!

postastracciata.jpg



ago 30

Dipendenti pubblici licenziati! Che notizia!

autore Ste.
Categorie: E io pago ....

E' di qualche giorno fa una notizia sorprendente: 5 dipendenti pubblici licenziati dal comune di Bolzano perché fannulloni.

Ne hanno dato notizia i giornali (tra tutti guardate l'articolo sul corriere.it) e tutti i telegiornali.

Ora, dico io: ma non dovrebbe essere la regola, così come lo è nelle aziende private? NON LAVORI? A CASA !!! (ovviamente con tutte le tutele del caso). Il fatto che un singolo caso diventi una notizia con così tanto clamore rende bene l'idea del come funzionino le cose in Italia. Altro che tregua fiscale, altro che diminuzione del cuneo, qui ci vuole la falce !!!