gen 27

Scuola materna parte seconda

autore Ste.
Categorie: Emozioni, Famiglia, mac.

Ed ecco che mammà ha spolverato il cassetto dei ricordi e mi ha mandato questa foto !!!

Sono io alla recita di Natale alla scuola materna Durighello!

Troppo mitico !!! Mi commuovo già pensando al piccolo Nico impegnato nello spettacolo di fine anno!!!La recita di Natale alla scuola materna Durighello



set 18

L’iPhone cambia la vita?

autore Ste.
Categorie: mac, Tecnologia.

Direi tranquillamente di no, anche se … Cancellare lo spam e leggere i blog preferiti mentre passeggio verso l’ufficio tra gli sguardi incuriositi dei rivoltellesi è ormai x me un’abitudine. 😉



ago 01

Bug in wordpress per Iphone!

autore Ste.
Categorie: mac, Tecnologia.

Dopo aver postato il primo messaggio sul blog con il nuovo iPhone, il programma sul telefono sembrava impazzito: nsxmlparseerror …error 9 … Mah, proprio non capivo. Il primo post era andato liscio con tanto di upload automatico di una foto di puffo ed ora nulla funziona piu’ … Proprio adesso che siamo in montagna e magari ci scappa qualche post al volo …

Fortunatamente il telefono e’ sempre online e … ha un ottimo browser internet (safari, naturalmente).
Uns breve ricerca ed ecco un blog (che non linko perche’ purtroppo sull’iPhone manca il copia e incolla :-O : se nel messaggio inserito dal telefono avete usato delle lettere accentate, sul blog compaiono com simboli strani e quando wordpress per iPhone carica l’elenco dei messaggi si incasina. Loggatevi sul sito con Safari, editate il post e togliere quei caratteri strambi. Riaprite WordPress sul melafonino e tutto sara’ ok!

Ora due note:

– con questo post ho sperimentato benone la tastiera a video del telefono e … sono ben contento sia QWERTY perche’ sin dalla ragioneria scrivo a dieci dita senza guardare i tasti e quindi mi e’ molto facile trovare la posizione delle lettere.

– il suggeritore del telefono e’ strano. Non l’ho ancora ben capito, quindi non lo uso e mi chiedo: ma apprende nell’uso quotidiano?

– scrivere un intero post senza accentate e’ stato un casino, soprattutto x’ il suggeritore le piazza ovunque gli sembri logico metterle.

– questo post andava forse meglio sul blog di Direte, ma ormai l’ho scritto qui e senza il copia e incolla col cavolo che lo scrivo di nuovo! Mettero’ un link da la’ (HTTP://blog.direte.it) a qua

– se Silvy e Nico non si svegliano stasera puffo ci fara’ ballare!

– la montagna e’ sempre bellissima

photo



lug 30

bloggare con l’Iphone

autore Ste.
Categorie: mac, Tecnologia.

E’ arrivato oggi … Cosa? Ma L’Iphone ovviamente! Ed ora posso bloggare in mobilità!

photo



set 11

Pubblicità occulta …

autore Ste.
Categorie: il resto del mondo, mac.

Nel segnalare clamorosi eventi di pubblicità occulta nell'ultimo film di Verdone (il mio miglior nemico) faccio a mia volta una bella pubblicità (questa volta palese, anche se gratuita) a iMovie, ottimo pacchetto di elaborazione montaggio video incluso quando si acquista un nuovo mac.

Con questo programma, infatti, irealizzerete filmati semplici semplici come quello che ho pubblicato su youtube in pochi minuti, cui aggiungere però un paio d'ore di acquisizione (durante le quali il mac è comunque usabile e potete fare altro …) con handbrake, software free per importare un dvd sul vostro hard disk (e quindi lavorarlo con iMovie) x la cui segnalazione ringrazio Gigi e Cri.

Tornando al subject … "pubblicità occulta" … devo constatare che il film ne è veramente pienissimo: Birra Moretti, Vodafone, Acqua Lete e, in maniera sfacciata, Thinkpad.

Guardare per credere! 


 



set 10

Mai più Windows?

autore Ste.
Categorie: mac.

Ci metto un punto interrogativo giusto per una sorta di scaramanzia, ma nel w.e. ho avuto la conferma che mac è stata una grande scelta! In pochi minuti di riutilizzo del pc ho dovuto immediatamente cercare sul web la soluzione ad un grave problema (mancanza dell'NTLDR …) Trovata la soluzione mi son cimentato nel ripristino del file boot.ini … con la procedura automatica … che ha causato un bel blue screen! (Non mi mancava per nulla !!!)

Il tutto originato dal fatto che ho formattato la seconda partizione dell'HD per poi unirla alla prima ed avere un disco unico … e quel simpaticone di windows per qualche motivo a me non noto aveva pensato bene di mettere i file del boot proprio nella seconda partizione. Inutile dire che nn c'è stato alcun avviso (tranne quelli standard che compaiono pure se formatti un innocuo floppy disk) e che successivamente il pc ha funzionato perfettamente, consentendomi di aggiornare, togliere e mettere programmi a piacimento … finché … non ho dovuto riavviare!

Che belle cose, che bel sistema operativo !!! Mai più … senza MAC !



set 04

Organizzare le fotografie

autore Ste.
Categorie: Emozioni, Famiglia, mac.

Ho un mare di foto da organizzare … Il mac aiuta, sicuramente, ma prima dovrei capire per filo e per segno come funziona iPhoto (e magari aggiornarmi alla versione 08, giusto per gradire). Ho capito come funzionano gli album smart (aggregano foto in base a parole chiave, voto attribuito o altre caratteristiche) ma ho anche capito che ci vuole un bel lavoro di ordine … Per partire, quindi, sto creando album corrispondenti alle vecchie cartelle che avevo sull'hard disk del pc, poi vedremo … (non ho ancora deciso se usare flickr … ma certamente vedrò di prendere qche spunto anche da lì). Mi manca una funzione per creare versioni piccine picciò da mandare via mail (o mettere nel blog) ma son sicuro che troveremo anche questa volta la soluzione.

Per il momento una delle tantissime belle foto fatte dai bravi Mauro e Claudia al ns. matrimonio (15 maggio 2004), scelta a caso tra le oltre mille …

matrimonio1.jpg



ago 14

Zippare i file al volo con Mac OSX

autore Ste.
Categorie: mac.

Comprimere i file in uno zip con Windows è semplicissimo: pulsante destro -> Invia a -> Cartella compressa.

Con Mac OSX manca un'opzione come questa, ma è possibile, usando automator (che sto imparando a conoscere a piccoli passi), creare una voce di menu che compare cliccando con il pulsante destro su un mouse atta ad eseguire la comoda funzione di zip.

Aprire Automator (è nella Applicazioni, raggiungibili dal finder -> Vai -> Applicazioni)

Nella seconda colonna (azione) selezionare "Esegui applescript" e trascinarlo nella parte destra del programma, sulla scritta "Trascina o aggiungi qui le azioni per creare il flusso di lavoro".

A questo punto cancellare tutto ciò che viene scritto nel riquadro creatosi sulla destra (per intenderci da on run a end run) ed incollare questo script:

on run {input, parameters}   
    — Script name: WinZipMe
    — zip command options: -r = recursive,
    —                      -j = junk path (similar to Create Archive)
   
    tell application "Finder"
        — Note: There's no extensive error trapping on this script
        — (e.g. folder counts for larger folders to show warnings)
        — You could also take off any .xxx suffix before adding
        — the file to the .zip if needed
        set theItem to selection as alias
        set itemPath to quoted form of POSIX path of theItem
        set fileName to name of theItem
        set theFolder to POSIX path of (container of theItem as alias)
        set zipFile to quoted form of (theFolder & fileName & ".zip")
        do shell script "zip -r -j " & zipFile & " " & itemPath
        — delay 1 — this may be needed (and adjusted) for larger folders?
        try — We don't need to say anything if there are no .DS_Store files
            do shell script "zip -d " & zipFile & " '*.DS_Store'"
        end try
    end tell
   
    return input
end run

Cliccare quindi sul menu "archivio" e scegliere la voce "Registra come plug-in"

Nel campo "Registra plug-in come:" indicare il nome della voce di menu che si vuole far apparire nel menu contestuale attivato dal pulsante destro (io ho scelto, banalmente, "zippa") e nel campo sottostante "Plug-in in:" scegliere dal menu a tendina Finder

Premere su registra e … il gioco è fatto! 



ago 13

Mac OSX: Login lento fuori ufficio

autore Ste.
Categorie: mac.

Se in ufficio c'è un server Windows e il vostro Mac è vincolato all'active directory, quando vi collegherete ad una rete diversa dalla vostra l'operazione di login durerà fino a 5 minuti !!! La cosa mi sembrava piuttosto strana ed era decisamente noiosa, quindi oggi, approfittando della calma estiva, ho cercato un po' su internet e finalmente ho trovato la soluzione! E' necessario cambiare un parametro in un file abbassando il timeout dal valore originale (240 secondi !!!) ad uno un po' più umano (io ho settato 5 secondi).

Il file da modificare è il seguente: Libreria/Preferences/DirectoryServices/ActiveDirectory.plist

Si può modificare con vi (l'editor lanciato dal terminale e che funziona a linea di comando, con il quale non vi consiglio di avventurarvi troppo onde evitare sgradite sorprese) a condizione di aver abilitato l'utente root (ricordate di impostare una buona password !!!) ed esservi "rootizzati" con il comando su.

Il valore da modificare è, appunto, il 240 visibile nella sezione LDAP Connection Timeout.

Al prossimo riavvio non dovrete più farvi un caffé prima del login! 



Commenti disabilitati su Mac OSX: Login lento fuori ufficio

ago 08

Widget per selezionare aree

autore Ste.
Categorie: mac.

Per selezionare aree dello schermo, catturarle e mandarle in un file / negli appunti ci sono le scorciatoie da tastiera, ma Mela+Shift+Control+4 è poco intuitiva … uso quindi un Widget carino, lo consiglio:

Screenshot Plus

 

 

 



Commenti disabilitati su Widget per selezionare aree

ago 03

Nuovo iMac in arrivo

autore Ste.
Categorie: mac.

A quanto pare il 7 agosto verrà presentato il nuovo iMac.

Poco male per il recente acquisto di casa, ho già un paio di persone che potrebbero comprarlo … Nel frattempo è bellissimo vedere come la comunità di utenti stia cercando di azzeccare le previsioni sul design. In particolare ci sono alcuni machisti (chiamiamoli così, in attesa di trovare il nome "ufficiale") che si danno veramente da fare, producendo immagini 3d e video eccezionali come questo:

 



Commenti disabilitati su Nuovo iMac in arrivo

lug 26

Blog e aziende …

autore Ste.
Categorie: il resto del mondo, mac, Tecnologia.

Prima d'ora mi son spesso chiesto che uso potesse fare un'azienda di un blog. Proprio in questi giorni, rientrato dalle ferie e passato integralmente (e un po' pazzamente) al mondo Mac (iMac 20 a casa, macbook pro 15 per tutti in ufficio) ho cominicato ad utilizzare il blog come strumento di comunicazione aziendale: Nella categoria "Tecnologia -> Mac" posto alcune delle che trovo interessanti per chi sta facendo il "porting" da windows al mondo della mela. La finalità? Evitare che in azienda qualcun altro perda tempo per cercare una funzione che qcuno di noi ha già identificato.

In questo momento io e Cristiano facciamo la stessa cosa, sui nostri rispettivi blog personali, ma penso che a breve porteremo l'esperienza (che sembra ben funzionare) su un blog aziendale, scritto a 6 mani …

Vedremo, per ora l'idea mi stuzzica, ma ancora devo capirne i risvolti (più umani e di comunicazione che tecnici, si intende).

Con questo post ho quindi spiegato a chi se lo chiedeva x' ci sono tanti messaggi dedicati al mondo delle mele così tecnici e (apparentemente) complicati. 



lug 26

Abilitare l’utente ROOT in Mac OSX

autore Ste.
Categorie: mac, Tecnologia.

Mac OSX è nato da una base unix e come tale ha utenti e comandi del sistema operativo da cui prende origine.

Può essere utile abilitare l'utente root (dandogli una password adeguatamente sicura ed utilizzandolo solo quando strettamente necessario). Per farlo, partendo dal finder si apre la cartella "utilità", si seleziona "Gestione Netinfo" e nel menu in alto (quello a tendina, un po' strambo per posizionamento per gli utenti windowz x' appare fuori dal contesto dell'applicazione) scegliere "Sicurezza" e quindi "Abilita utente root".

Easy, no?



lug 25

Editor di immagini per Mac (opensource)

autore Ste.
Categorie: mac.

Stranamente Mac non è dotato, di serie, di un editor di immagini decente. Si vede chiaramente che il sistema operativo della mela è di base orientato ad un utenza consumer, vista la presenza di poche opzioni di ritocco come la correzione degli occhi rossi nelle fotografie.

Sto testando a casa (e da qualche giorno anche in ufficio) un prodottino carino (purtroppo disponibile solo in inglese o in slovacco), ve lo consiglio:

Seashore 



lug 24

Aprire i file di Office con … NeoOffice

autore Ste.
Categorie: mac.

NeoOffice è un porting per Mac di openoffice piuttosto carino.

In azienda abbiam scelto di non comprare Office di Microsoft (abbiamo comunque le licenze per windows da far girare nelle macchine virtuali) e NeoOffice ha fatto la sua comparsa sui nuovi macbook pro (un'altra vita, ne parlerò meglio dopo un po' d'uso!).

Ora, si pone un problema: i file .doc (word) sono aperti dal mac con la versione di prova di office …

Rimuovo la versione di prova, i file vengono ora aperti dalla demo di iwork …

Rimuovo la demo, i file vengono aperti da texedit … e che cavolo …

Pulsante destro sul file -> Apri con … e flag sull'opzione "apri sempre con quest'applicazione" … FUNZIONA! Ma non per tutti i file con la stessa estensione, solo per quel file specifico!

Cerco un po' sul web ed ecco la soluzione (manco a dirlo su un blog …): Pulsante dx sul file del tipo che si vuol associare a NeoOffice (ovviamente va bene anche per associazioni a programmi diversi) -> Ottieni Informazioni. A questo punto nella sezione Apri Con scegliere il programma desiderato (nel nostro caso NeoOffice) e quindi premere "Modifica Tutto". In questo modo tutti i file con la stessa estensione verranno aperti da quel programma.

Nella schermata che segue (che allego per completezza) un esempio.

Associazione File in mac



Commenti disabilitati su Aprire i file di Office con … NeoOffice

giu 29

Mac OS X: Cambiare il client di posta predefinito

autore Ste.
Categorie: mac, Tecnologia.

Io che uso Firstclass (un client di posta un po' particolare, perché funziona solo con il relativo server di posta operando in una modalità visivamente simile all'imap, ma decisamente più accattivante) su mac nn sapevo come renderlo client predefinito (l'opzione del programma, ovviamente, non funziona …).

Fortunatamente c'è il web e con una breve ricerca ecco la soluzione, che condivido per gli amici neomeliani:

Aprire il programma "Mail" (si trova in Applicazioni (raggiungibile dal finder, con il menu vai a)).
Parte quindi il wizard di configurazione … che non si può saltare, pena la chiusura dell'applicazione (nella mentalità mac direi che è ovvio). Inseriamo dei casi a caso, no problema, basta cliccare poi su continua, continua, continua fino a che nel menu "Mail" sulla barra degli strumenti la voce "Preferences" non diventa selezionabile.

A quel punto, nella prima schermata delle preferenze … potremo dire che il gestore di posta è Firstclass!

Easy as mac! 



giu 28

Comprare una mela e perdere le finestre

autore Ste.
Categorie: mac, Tecnologia.

Una delle prime (e fortunatamente poche) cose che ti mancano quando passi da Windows a Mac è certamente la scorciatoia da tastiera Windows+TAB per passare da una finestra all'altra.

La scorciatoia esiste (Mela+TAB), ma è simile soltanto in parte: in Windows si passa da una finestra all'altra vedendo anche le diverse finestre della stessa applicazione (se ho più finestre di Firefox, per esempio, le trovo tutte). In Mac invece vedremo scorrere nella lista solo le diverse applicazioni, ciascuna rappresentata una sola volta. Non sarà quindi possibile passare da una finestra all'altra dello stesso programma (Firefox, Firstclass, o altro) ma solo da un programma all'altro.

In Leopard (il prossimo s.o. della casa della mela) pare ci sarà questa funzione, ma nel frattempo c'è una comoda utility che fa esattamente quanto cercavo: witch.

L'installazione è, come sempre, semplice. L'utilizzo un po' meno, solo per il fatto che è estremamente completa e permette un controllo molto preciso sulle azioni da associare alla nuova combinazione di tasti che andrà ad affiancare Mela+TAB.

Se nn capite come usarla scrivetemi pure! 



Commenti disabilitati su Comprare una mela e perdere le finestre